Scopri BPER Card

Qual è la differenza tra carta di credito a saldo e carta di credito rateale?

La carta di credito a saldo prevede che le spese effettuate con la carta vengano rimborsate in un’unica soluzione con la data di valuta prevista dalle condizioni di contratto. La disponibilità della carta viene ripristinata interamente il giorno successivo alla data di emissione dell’estratto conto mensile.

La carta di credito rateale (BPER Card MyPlan) prevede, invece, il rimborso a rate degli acquisti effettuati. La disponibilità della carta di credito viene reintegrata due giorni dopo la data di emissione dell’estratto conto mensile per un importo pari alla quota di capitale rimborsata, cioè la rata pagata al netto degli interessi e delle spese. Con la carta di credito BPER Card MyPlan puoi scegliere l’ammontare della rata (all'interno dei limiti stabiliti sul contratto) e il tipo di rimborso, cioè rata fissa o rata variabile.

Come funziona il rimborso rateale a rata fissa?

Con il rimborso a rata fissa il titolare sceglie di pagare una rata che rimane costante tutti i mesi fino al completamento del rimborso del debito o fino a che il titolare non decida di modificarne l’importo. L’ammontare della rata viene stabilito sulla base di quanto previsto sul contratto della carta di credito.

Di seguito, a titolo puramente esemplificativo, un piano di rimborso degli acquisti effettuato utilizzando la modalità a rata fissa e scegliendo una rata pari a € 100 (per semplicità non sono considerate le spese di bollo):

Plafond (limite massimo di disponibilità della carta) € 3.000
Rata scelta dal cliente € 100
Debito residuo del mese precedente € 0,00
Acquisti effettuati il primo giorno del mese € 1.000
Interessi (ipotesi di TAN pari al 10%) € 8,22
Spese di invio estratto conto mensile € 1,00
Debito complessivo a fine mese (somma degli acquisti effettuati, interessi e spese) € 1.009,22
Importo della rata (uguale a quello scelto dal cliente) € 100
Debito residuo per il mese successivo (debito complessivo del mese attuale decurtato della rata versata al netto di interessi e spese) € 909,22
Disponibilità per il mese successivo (differenza tra plafond e debito residuo) € 2.090,78

La rata rimarrà costante nei mesi successivi anche nel caso che il titolare utilizzi la carta per la disponibilità residua, salvo il caso in cui il titolare non decida di modificare di sua iniziativa l’importo stesso.

Come funziona il rimborso rateale a rata variabile?

Con il rimborso a rata variabile il titolare paga i suoi acquisti con una rata proporzionale al debito residuo mensile: la rata viene calcolata applicando al debito residuo il coefficiente (per esempio 1/20) indicato sul contratto della carta di credito (è prevista l’applicazione di una rata minima definita dal contratto stesso, solitamente pari a € 50). Supponendo che non si effettuino nuovi acquisti nei mesi successivi, l’ammontare della rata sarà decrescente fino al raggiungimento della rata minima.

Di seguito, a titolo puramente esemplificativo, un piano di rimborso degli acquisti effettuato con la modalità a rata variabile ipotizzando un coefficiente pari a 1/20 (per semplicità non sono considerate le spese di bollo):

Plafond (limite massimo di disponibilità della carta) € 3.000
Debito residuo del mese precedente € 0,00
Acquisti effettuati il primo giorno del mese € 1.000
Interessi (ipotesi di TAN pari al 10%) € 8,22
Spese di invio estratto conto mensile € 1,00
Debito complessivo a fine mese (somma degli acquisti effettuati, interessi e spese) € 1.009,22
Importo della rata (pari a 1/20 del debito complessivo arrotondato all'euro superiore) € 50,46 (€ 51,00)
Debito residuo per il mese successivo (debito complessivo del mese decurtato della rata versata) € 958,22
Disponibilità per il mese successivo (differenza tra plafond e debito residuo) € 2.041,78

La rata per il mese successivo, nell'ipotesi che non vengano compiuti ulteriori utilizzi della carta di credito, sarà calcolata in € 48,37 (5% della somma di debito residuo + interessi maturati, pari a € 8,14, + spese di invio e/c) ma, essendo al di sotto della rata minima esemplificativa di € 50, viene adeguata automaticamente a tale valore. La rata da pagare sarà in questo caso pari a € 50 fino a che non interverranno nuovi acquisti a innalzare il debito residuo al di sopra della soglia di € 1.000.

Devo corrispondere degli interessi sugli importi da rimborsare?

Se la carta ha modalità di rimborso a saldo non è previsto il rimborso di alcun interesse. Se, invece, la carta di credito è di tipo rateale devono essere corrisposti gli interessi previsti dal contratto. Gli interessi decorrono dalla stessa giornata in cui viene effettuato l’acquisto con la carta di credito.

Cosa è un POS?

Il POS (Point Of Sale) è un terminale presente presso gli esercizi commerciali convenzionati che consente all'esercente di verificare la validità della carta di credito e di addebitare sulla carta stessa l’importo degli acquisti compiuti dal titolare.
Alcuni POS sono dotati di tecnologia contactless che consente di effettuare i pagamenti semplicemente avvicinando la carta al lettore: non c'è bisogno di "strisciare" la carta, né di far digitare il PIN e, per importi fino a 25 euro, non occorre neanche raccogliere la firma del titolare.

Cosa si intende per carta aggiuntiva?

Una carta aggiuntiva è una carta di credito, di norma riservata a un familiare del titolare, che viene collegata alla carta principale e opera all'interno del fido concesso per la carta principale. Gli acquisti effettuati con la carta aggiuntiva vengono riportati nell'estratto conto mensile della carta principale.

Dove trovo le caratteristiche e le condizioni economiche delle carte di credito?

Le caratteristiche e le condizioni economiche delle carte di credito possono essere consultate sul sito internet e sui Fogli Informativi disponibili presso le filiali di BPER Banca, Banco di Sardegna e Cassa di Risparmio di BRA. Copia delle condizioni economiche è riportata anche sul contratto siglato al momento della richiesta della carta.
Per le condizioni economiche delle carte rateali, occorre far riferimento al documento Informazioni europee di base sul credito ai consumatori, richiedibile presso le filiali di BPER Banca, Banco di Sardegna e Cassa di Risparmio di BRA.

Sulla carta è presente un microchip, qual è la sua funzione?

Il microchip è una soluzione innovativa che aumenta la sicurezza della carta di credito perché contribuisce ad eliminare il rischio di contraffazione.

Cosa significa carta multifunzione?

Una carta multifunzione associa in un’unica plastica le funzioni di una carta di credito (circuito internazionale Visa o MasterCard) e di una carta di debito (circuito nazionale BANCOMAT®/PagoBANCOMAT® ). In Italia, al momento di prelevare contante presso gli sportelli ATM o di pagare un acquisto, il titolare può scegliere se utilizzare la funzione di debito (con addebito immediato sul conto corrente) o quella di credito (con addebito successivo alla data di emissione dell’estratto conto mensile).

 

 

Il sito internet contiene messaggi pubblicitari con finalità promozionale. La concessione della carta è soggetta a valutazione del merito creditizio e approvazione della Banca di Sassari S.p.a. che si avvale delle Banche del Gruppo Bper per il collocamento. Per tutte le condizioni contrattuali ed economiche si rimanda ai fogli informativi e, dove previsto, alle «Informazioni europee di base sul credito ai consumatori», richiedibili presso gli sportelli delle Banche del Gruppo BPER.

Banca di Sassari S.p.A.
Divisione Consumer

Viale Italia 1 - 07100 Sassari
Fax 079 221813
info@divisioneconsumer.it
Partita Iva n° 01583450901
Servizio Clienti
Dall'estero +39 079 2839699
Dall'Italia - Numero verde:800 440650